Le opere

La sostanza più autentica

L’opera di Tullia Socin è pervenuta all’astrattismo da un graduale abbandono di ogni fatto descrittivo, nell’intento di cogliere attraverso un ritmo sentimentale la  sostanza più autentica della sua emozione naturale e umana.

Proprio per questo si è potuto scrivere che l’immagine della Socin non risulta astratta dalla dimensione dell’uomo, nè privata della vitalità dell’emozione. Oltre le forme, i colori, i ritmi, rintracciabili sono i dati naturali che l’emozione ha promosso. I paesaggi dell’anima di Tullia Socin.

(E. Arnaud, A. Busignani, Artisti Italiani Contemporanei, Casa Editrice La Ginestra, Arezzo 1961)

Grazie alla convenzione fra la Fondazione Socin e la Ripartizione Musei della Provincia Autonoma di Bolzano le schede relative ad un nucleo di opere di Tullia Socin ed Enrico Carmassi sono visibili sul portale dei beni culturali in Alto Adige.